Cosa ho letto durante la primavera e cosa vi consiglio di leggere sotto l’ombrellone.

Durante questa primavera non ho letto molto ma ho fatto delle ottime scelte, era molto tempo che non leggevo libri così piacevoli quindi eccomi qui a proporveli come letture estive:

  • Trans europa express ” di Paolo Rumiz

Tutto un mondo, tutto un viaggio, tutta una vita racchiusi in un libro se non in una frase di esso: “Nessuno mi toglierà la certezza che l’Europa era più Europa un secolo fa, quando mia nonna andava in treno in giornata da Trieste alla Transilvania”. Rumiz mi ha fatto viaggiare con la fantasia e allo stesso tempo mi ha fatto capire l’animo di un vero viaggiatore; mi ha fatto capire che spesso le cose più belle sono quelle che gli altri non hanno visto, non vedono e non potranno mai vedere perchè con uno spirito del genere ci si nasce. Questo libro non è un semplice diario di viaggio ma una richiesta ad alta voce da parte di un Signore d’altri tempi, un invito a non perdersi in chiacchiere e ad ammirare le piccole cose che allo stesso tempo ci circondano ma di cui dobbiamo andare alla ricerca. Lo stile è quello di un giornalista, di un reporter che però riesce ad andare oltre la semplice esposizione di fatti, luoghi e persone. Rumiz riesce allo stesso tempo a farti venir voglia di andare nei posti più sperduti, quelli che solo lui conosce, e farti odiare il “globale”. La lettura lascia una nota amara, una voglia di voler andare in quei luoghi così meravigliosamente descritti ma allo stesso tempo la consapevolezza che non ci andrai mai.

  • La certosa di Parma” di Stendhal

Se in “Il rosso e il nero” Stendhal era riuscito a piacermi con qualche sutterfugio soltanto alla fine, questa volta c’è riuscito alla grande fin dalla prima riga. Mi ero dimenticata di quanto potesse essere intrigante un racconto, in particolare un romanzo storico. Appassionante e struggente, tutto è delineato alla perfezione: personaggi, ambienti, trama. Non mi sento in grado di esprimere un ulteriore giudizio, positivo che sia, su un capolavoro del genere. L’unica cosa che vorrei sapere è: secondo voi a che edificio si è ispirato per la famosa certosa?

  • Fiori per Algernon” di Daniel Keyes

Uno dei libri più belli che mi siano mai stati regalati e che non vedo l’ora di regalare ad altri. Il genere non è uno dei miei soliti, nonostante il fantasy non mi abbia mai deluso non sono mai propensa a iniziarne uno chi sa perchè. Davvero apprezabile soprattutto per chi comunque ha una adeguata cultura in merito, non è facile infatti trovare libri su tematiche del genere. Keyes riesce a trattare argomenti che farebbero apparire dei bigotti il 90% degli scrittori, riesce a metterti un testa un tarlo che ti ripete continuamente: “sono leciti i miei studi? Fino a che punto sarei in grado di spingermi? Sarei in grado di fermarmi? E se la sete di sapere non fosse una cosa prettamente positiva?”.

  • Le particelle elementari” di Michel Houellebecq

Premetto che nonostante io sia consapevole che è un libro per pochi,  provo comunque a proporlo. E’ una di quelle cose che o la si odia o la si ama e che dire se non che l’ho amata alla stragrande? E’ che ha toccato le corde del mio cinismo e del mio realismo fino a risvegliare quelle emozioni che provavo solo in una fase prettamente adolescenziale. Se oggi il continuo correre mi impedisce di fermarmi a riflettere su tematiche così importanti come facevo una volta, Houellebecq (che da ora chiamaerò H. per fare un favore un po’ a tutti) mi ha cominciato a prendere a schiaffi finchè non mi ha ricordato di ricominciare a pensare. Se da una parte le tematiche sono pesanti, la trama riesce a farti trattenere il fiato e a impedirti di chiudere il libro se non strettamente necessario. H. è riuscito a unire le paure più che irrazionali che provavo una volta con ciò che sto studiando e sto cercando di spiegarmi, la biologia.

Mi raccomando se avete già letto questi libri non esitate a farmelo sapere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...